Per chi si appresti ad iniziare il trading online, la scelta della piattaforma giusta è il primo passo al fine di operare nel migliore dei modi. La scelta di un broker di qualità, infatti, non solo mette al riparo da comportamenti opachi e in grado di cagionare danni, ma consente anche di contare su strumenti operativi che possono infine rivelarsi un vantaggio concreto in un ambito che per la sua stessa natura comporta rischi abbastanza elevati. La scelta finale, dunque, dovrebbe proprio partire da questi due parametri: sicurezza e operatività.

Plus 500: la recensione

Plus 500 è di proprietà della Plus500 Ltd e ha debuttato sul mercato nel corso del 2008 dando vita da quel momento ad una lunga serie di successi che ne hanno reso sempre più solida la posizione. Nel 2013 la sua crescita esponenziale è culminata nella quotazione in Borsa, a Londra, all’interno del mercato AIM. L’anno successivo il fatturato ha poi raggiunto il miliardo di dollari, un vero e proprio record, reso possibile dall’elevatissimo numero di utenti vantati.
Per quanto riguarda l’aspetto della sicurezza, occorre partire dal fatto che Plus500UK è autorizzato e regolamentato dalla Financial Conduct Authority (FRN 509909), autorità di controllo del mercato finanziario britannico nota per la sua severità. Inoltre, Plus500CY LTD è autorizzato e regolamentato dalla Cyprus Securities and Exchange Commission (Licenza numero 250/14). Vanta poi la licenza di Consob, uno dei pochi broker Forex a poterne usufruire.
Basterebbe questa premessa per far capire come nel caso si decida di affidare i nostri risparmi a questo broker, ci si possa trovare in una vera botte di ferro, anche perché in conseguenza di tutto ciò, il broker aderisce al Fondo di Compensazione degli Investitori (ICF), il quale assicura i clienti investitori fino ad un massimo di 20mila euro.
Una volta messo da parte il problema relativo alla sicurezza, occorre però capire se Plus 500 sia realmente vantaggioso e possa quindi costituire la scelta migliore. Per capirne qualcosa, la cosa migliore è fare un rapido giro di orizzonte online, dal quale si potrà facilmente comprendere come questa piattaforma goda di una fama pressoché inattaccabile. Dovuta in particolare alla serie di vantaggi assicurati, che sono:
1) l’assenza di commissioni e gli spread bassi (possono essere fissi o variabili, a seconda dell’asset scelto);
2) la grande intuitività dell’ambiente di lavoro;
3) la notevole varietà di asset su cui puntare i propri soldi (azioni, indici, materie prime, forex, criptovalute).

Deposito minimo, piattaforma e conto demo

Per quanto riguarda il deposito minimo, esso è attestato a quota 100 euro, una soglia che sembra ideale per poter garantire un minimo di operatività e non tale da spaventare chi intenda provare il trading online. Va infatti considerato che un deposito minimo troppo basso può rivelarsi un vero e proprio autogoal, considerato che le prime operazioni, proprio per la temporanea inesperienza del trader hanno elevate possibilità di perdita, potendo infine portare ad un rapido esaurimento delle proprie risorse.
Per quanto concerne l’ambiente di lavoro, Plus 500 mette a disposizione degli utenti  due piattaforme:
1) Web Trader;
2) Windows Trader.
Entrambe sono proprietarie e l’interconnessione che le caratterizza rende possibile di volta in volta scegliere quella reputata più efficiente per il proprio commercio. La prima non obbliga ad alcun download e permette di operare da qualsiasi luogo, anche in mobilità. La seconda può invece essere scaricata e installata sul proprio computer e la varietà di strumenti offerti la rende particolarmente adatta a traders esperti.
Altro vantaggio da mettere in evidenza è quello relativo al conto demo, ovvero quella particolare modalità protetta che consente al trader alle prime armi di iniziare a conoscere i mercati. Come è noto, questa particolare modalità simulata manca dello stress che caratterizza invece una normale seduta di lavoro e proprio per questo è considerata scarsamente probante dagli esperti. Allo stesso tempo permette all’utente di iniziare a capire meglio il funzionamento del meccanismo e di saggiare la validità delle proprie nozioni e delle strategie cui ci si vorrebbe affidare per stendere un cordone sanitario intorno al proprio investimento. Per poterlo fare, l’utente ha a sua disposizione 20mila euro virtuali, coi quali può senz’altro iniziare a scandagliare i mercati finanziari per cercare di capire cosa effettivamente lo attenda.

Alcuni svantaggi di Plus 500

Naturalmente Plus 500 presenta anche alcuni svantaggi, che vanno attentamente considerati sulla base delle proprie necessità. Ad esempio non offre programmi formativi, a differenza di altri broker che invece sono soliti dare vita a vere e proprie accademie nel corso delle quali il trader può contare su guide, webinar e altri strumenti in grado di rifinire il suo know-how in vista del debutto sul mercato.
Va poi ricordato come esistano alcuni ulteriori costi di negoziazione, come quelli relativi alla commissione per le posizioni overnight e una commissione di inattività che può arrivare sino a 10 euro sui conti non attivi dopo tre mesi.
Infine gli spread sono nella media, ma possono diventare abbastanza sconvenienti in alcuni casi, soprattutto per quei trader che sono soliti trattare grandi volumi, i quali rischiano di pagare di più rispetto ad altre piattaforme.

Le opinioni su Plus 500

Infine, non resta che concludere ricordando come le opinioni su Plus 500 siano solitamente molto positive, tendendo a metterne in rilievo la sicurezza, l’affidabilità e la grande operatività assicurata dagli strumenti tecnici messi a disposizione degli investitori. Per sincerarsene basta dare vita ad una ricognizione online, in particolare sui forum di discussione dedicati al trading, ove peraltro si potrà notare una cosa abbastanza inusuale, ovvero il fatto che il broker sia pronto a mettersi in gioco rispondendo direttamente ai quesiti posti dai forumisti. Una politica molto saggia, che segna un punto a vantaggio della serietà del broker e indica la sua volontà di andare incontro alla clientela e di cercare di migliorare i propri standard qualitativi.
Proprio per questo motivo ci sentiamo di poter consigliare l’utilizzo di Plus 500 non solo a coloro che iniziano la propria attività sui mercati finanziari, ma anche a chi possa già vantare una lunga attività in tal senso.

Categorie: Uncategorized